Torna alla Homepage
Accedi al WebMail
Clicca QUI
   

GREAT WHITE | Thank You… Goodnight! [re]view

"The Last Perfomance Of Great White" è il sottotitolo di questo disco e dice già  tutto da solo: il concerto in questione si è svolto la sera del 31 Dicembre 2001, a poco più di un mese dalla dolorosa decisione del singer e fondatore Jack Russell di mollare tutto e proseguire con la sua carriera solista, come auspicato dal padre scomparso in quei giorni, cioé proprio quell'uomo che per anni era stato il più grande sostenitore dello "squalo bianco" e che, con la sua dipartita, aveva fatto perdere all'illustre figliolo gli stimoli necessari a proseguire questa avventura incominciata addirittura nel lontano 1978.

Attualmente Jack sta girando gli Stati Uniti per promuovere questa release (anche se è dell'ultim'ora la notizia che il tour verrà esteso anche al resto del mondo), con una band chiamata Jack Russel's Great White, in compagnia del vecchio axeman Mark Kendall. Inoltre ha pubblicato un disco da solista, ma questa è un'altra storia.
Tenutosi al Galaxy Theatre di Costa Mesa, in California, il concerto consta di tredici tracce che spaziano dal primo disco, qui rappresentato da "On Your Knees" (anche se viene presentata, a ragione, come una song estrapolata dal primo EP), sino al sesto, bellissimo "Psycho City", da cui viene estratta "Old Rose Motel". Proseguendo con l'ascolto di "Thank You... Goodnight", si ha la possibilità di gustare altre gemme della band californiana, quali "House Of Broken Love", introdotta da un grande solo di Mark Kendall, oppure la stupenda "Save Your Love" (insieme a "The Angel Song", uno dei lenti migliori mai scritti dai GW), abbellita in questa sede dal ritornello cantato in coro dalla gente, o ancora la strabordante "Rock Me", un pezzo storico e straordinario. Inoltre i nostri hanno voluto lasciare come personalissimo addio ai fan (che poi si scopre essere più un arrivederci) due brani inediti, ovverosia "Back On The Rhytm", un pezzo hard'n'roll in classico stile "squalo bianco" e "Play On" un pezzo lento ma ottimo come al solito, anche se non al livello dell'immortale song che lo ha preceduto in scaletta: entrambe non avrebbero sfigurato sull'ultimo "Can't Get There From Here", pubblicato nel '99.
Anche il chiodo fisso della band, gli Angels, viene omaggiato con la cover di "Can't Shake It", già presente sul bel "Hooked" del 1991. La serata viene però conclusa con l'esecuzione dell'anthemica "Once Bitten, Twice Shy", prima che il sipario cali definitivamente, almeno su questa incarnazione del gruppo.
Consigliamo vivamente l'acquisto a tutti, oltre alla riscoperta dei classici che hanno segnato la storia del gruppo americano: se volete essere considerati dei veri rocker, dovete conoscere i Great White, tassativamente!

Call it Rock'n'Roll, but I like it

A cura di: Stefano Gottardi [stefano.gottardi@audiodrome.it]

Gruppo: Great White
Titolo: Thank You… Goodnight!
Label: Knight Records
Distribuzione: Frontiers
Anno: 2002

Voto:

Tracklist

01. Desert Moon
02. Old Rose Motel
03. Face The Day
04. On Your Knees
05. House Of Broken Love
06. Back On The Rhythm
07. Save Your Love
08. Play On
09. Mistabone
10. Rock Me
11. Call It Rock'n'Roll
12. Can't Shake It
13. Once Bitten, Twice Shy
Stampa la pagina | Invia l'articolo ad un amico
 Link correlati
 Archivio [re]view
 Archivio retrospective
 Archivio demo

Articolo più letto su [re]view:
GREAT WHITE | Thank You… Goodnight!

  Motore di ricerca Guida utilizzo
1 seleziona cosa cercare
2 inserisci [specifica]
 Vota il disco
Questo disco non è
stato ancora votato

1 stella
2 stella
3 stella
4 stella
5 stella

 Réclame
 Powered by
GREAT WHITE | Thank You… Goodnight! | Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.






Testata giornalistica iscritta in data 02/02/2012 al n. 1251 del Registro Stampa del Tribunale Ordinario di Trieste