[audio]drome

D.R.I. | 12/11/2011

Articoli / [live]view
Inviato da fabrizio 18 Nov 2011 - 19:14

Rock Planet - Pinarella di Cervia



Saltati per motivi di orario gli apripista Hammercult, entriamo nella sala quando i D.R.I. sono già sul palco e appaiono intenti ad infiammare un’audience di età decisamente bassa, a riprova di come la band continui a mantenere mordente nonostante il molto tempo passato dai fasti degli anni Ottanta. Non che manchi qualche reduce della prima ora (a cominciare dal sottoscritto), ma la festa sembra nata ad uso e consumo di chi quel periodo se lo è forzatamente perso e la band appare a proprio agio nell’incitare la moltitudine di giovani thrasher presenti. Del resto, la lunga scaletta (per un’ora e mezzo di set) ripercorre in lungo e largo la storia degli sporchi marci imbecilli - nome coniato dal padre di uno dei D.R.I. costretto suo malgrado ad ospitarne le prove in garage - e va a pescare quasi tutti gli episodi fondamentali di una vera e propria leggenda del thrashcore. L’impressione è che la formazione si diverta e si senta più a suo agio con i brani del secondo periodo, meno hardcore e più thrash, ma in generale la resa mantiene fede alle aspettative e, al netto di qualche imprecisione di troppo, i quattro decisamente in forma. Certo, di anni ne son passati e la foga adolescenziale si è stemperata, ma non c’è stanchezza o routine, piuttosto si può intuire del mestiere nell’alternanza dei classici e nella scelta della scaletta, costruita apposta per mandare in delirio la folla. Da “Violent Pacification” ad “Acid Rain”, da “I’d Rather Be Sleeping” a “The Five Years Plan”, sfilano gli anthem di una band che ha saputo incarnare e fotografare con precisione un preciso passaggio storico per la scena estrema, con il connubio tra scena hardcore e thrash che i D.R.I. consacreranno nel titolo dell’album Crossover. In fondo, è inutile analizzare quella che a tutti gli effetti è stata e rimane una festa per adepti, una celebrazione alla carriera di una formazione che riesce ancora a tenere il palco con piglio e carisma. Tutto il resto andrebbe lasciato fuori della porta.


A cura di: Michele Giorgi [michele.giorgi@audiodrome.it [1]]

Gruppo: D.R.I.



Questo articolo è stato inviato da [audio]drome
  http://audiodrome.it/

La URL di questo articolo è:
  http://audiodrome.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=8033

Links in questo articolo
  [1] http://audiodrome.it/mailto:michele.giorgi@audiodrome.it